Progettata per: , , .

KIT BIELLETTA PER RIALZARE IL POSTERIORE MOTO GUZZI GRISO 850/1100/1200

225,00  iva compresa

Kit composto da una bielletta in ergal anodizzato, dotata di cuscinetti INA a pieno riempimento e parapolvere, già montati, e due coppie di eccentrici per alzare, regolandolo su 4 posizioni fisse, il posteriore.

Gli eccentrici vanno montati a due a due in base all’altezza che si vuole raggiungere.

Partendo da una posizione definita 0(zero), che corrisponde a quella originale dalla casa, si può alzare di +7 mm, +18 mm, +26.5 mm circa.

Si tratta di misure indicative che possono variare di qualche millimetro, da una moto all’altra, per via dei vari giochi e/o precarichi molla da moto a moto.

Le misure sono state rilevate con la ruota alzata da terra, per differenza, partendo dalla posizione considerata zero (uguale alla misura originale).

Mano a mano che si alza il posteriore, si ottiene una maggiore reattività all’avantreno, soprattutto sul misto e misto stretto, donando alla moto un sensibile miglioramento alla maneggevolezza, senza compromettere la proverbiale stabilità della Griso.
La moto gira meglio e lo fa più docilmente, smorzando l’effetto di auto raddrizzamento tipico di quando si vuole entrare in curva ritardando la frenata e/o con il freno anteriore ancora pinzato.

Aumentando inoltre la luce a terra, si riescono a raggiungere angoli di piega sensibilmente maggiori prima di toccare con pedane, cavalletto e/o collettori.

Secondo le nostre prove, per la guida con il solo pilota (80/100 kg.), montando la bielletta in posizione +26.5, si consiglia di sfilare fino alla penultima tacca (vedi foto in fondo al tutorial) la piastra della forcella anteriore, e di scaricare di un giro, un giro e mezzo, il precarico molla dell’ammortizzatore posteriore.

Naturalmente si tratta di suggerimenti da personalizzare, in base al peso del pilota, alle gomme montate, all’uso sportivo o turistico, in singolo e/o in coppia ecc…

Si tratta di trovare il gusto mix per adattare la moto alle proprie esigenze e al proprio stile di guida. Si consiglia di provare le varie “altezze”, per trovare l’assetto ideale.

Il montaggio richiede una discreta capacità meccanica, ma è alla portata di un appassionato medio che cura normalmente la manutenzione della sua moto.

Bisogna in ogni caso alzare la ruota posteriore da terra, per effettuare la sostituzione.

Ad evitare spiacevoli inconvenienti e/o usura anomale del cardano e dell’ammortizzatore posteriore, abbiamo limitato la possibilità di inclinare il monobraccio posteriore (con il rialzo massimo appunto di 26.5 mm) fino a raggiungere un valore del tutto simile al quella della Stelvio 1200. L’assetto è comunque ripristinabile nella configurazione originale in qualsiasi momento.

Questo oggetto è stato pensato e realizzato per chi corre con la Griso nei vari trofei e/o la usa in pista, per dargli la possibilità di settare la moto secondo i propri gusti, mantenendo in uso l’ammortizzatore originale, evitando così una spesa certamente maggiore per cambiarlo. Per questo è regolabile su 4 posizioni.

Sta poi alla sensibilità ed alle esigenze di ognuno, sistemarlo come meglio crede.

Montandolo, si modifica la geometria della moto e quindi anche il suo assetto, si raccomanda pertanto una volta montato di effettuare le prove necessarie per riprendere, confidenza con il mezzo.

Infine si rende noto che questo kit non è omologato per circolare su strade pubbliche, è riservato alle competizioni, e chi deciderà di montarlo, lo fa sapendo di modificare la geometria della moto, non ci assumiamo pertanto alcuna responsabilità in caso di rotture e/o inconvenienti che possano verificarsi ad altri componenti della moto direttamente o indirettamente collegati al ns. prodotto.

Link al tutorial per la sostituzione della bielletta..